Bitcoin scuote il mondo con più di $600 Drop

Ebbene, bitcoin ci ha portato ancora una volta tutti in uno stato di delusione. Nonostante il recente andamento rialzista della moneta e il fatto che si trovava in un periodo di grande difficoltà, la moneta ha di nuovo preso una brutta piega, avendo perso più di 600 dollari al momento della stampa. L’asset è ora scambiato per 11.100 dollari.

Bitcoin incontra un calo deludente

Ad essere onesti, è ancora considerevolmente più alto di dove si trovava per la maggior parte del mese scorso, anche se è deludente vedere una caduta così massiccia e rapida considerando quanto bene stava andando l’asset. Proprio ieri, era scambiato per ben 11.700 dollari, ma ora, la moneta ha acceso i suoi amici rialzisti e ha deciso di stare con gli orsi. Possiamo solo sperare che si annoi presto della loro compagnia e torni alle sue abitudini precedenti.

Il numero uno al mondo della criptocurrency per il mercato continua a stupirci tutti con il suo atteggiamento „flip-flop“, come potrebbe descriverlo l’ex presidente George W. Bush. Un minuto è in alto, quello dopo galleggia verso il fondo della scala finanziaria. Per la maggior parte, questo sembra essere il comportamento costante del Immediate Edge, ma è sempre deludente quando raggiunge un nuovo minimo dopo aver raggiunto nuovi massimi.

La valuta ha trascorso la maggior parte dei primi due mesi dell’anno attraversando il territorio rialzista. È salita nella fascia media di 7.000 dollari dopo una deludente fine del 2019 che ha visto la valuta scendere da oltre 13.000 dollari durante l’estate fino alla fascia bassa di 7.000 dollari al momento della fine dell’anno. A metà febbraio, la valuta era saltata fino a 10.000 dollari, e molti analisti erano convinti che probabilmente vi avrebbe trascorso il resto dell’anno.

Purtroppo, non avrebbero potuto sbagliarsi di più. Nessuno avrebbe potuto prevedere l’attacco finanziario che il coronavirus avrebbe portato negli Stati Uniti e nel resto del mondo. A metà marzo, l’asset digitale era sceso nella fascia alta dei 3.000 dollari, e anche se non è durato molto, è stato frustrante vedere che la valuta ha perso quasi il 70 per cento del suo valore nel corso di circa quattro settimane.

Le cose aumenteranno da qui?

Da lì, l’asset è salito nella fascia dei 5.000 e 6.000 dollari, dove è rimasto aleggiante per un certo periodo, anche se all’inizio di maggio è risalito nella fascia bassa dei 9.000 dollari. Tutti pensavano che le cose fossero tornate alla normalità, anche se, nonostante alcuni tentativi di entrare nel range delle cinque cifre, la valuta è rimasta a 9.000 dollari per i due mesi successivi.

Ora che la moneta ha rotto i 10.000 dollari, tutti sperano che ci rimanga. Finora non si è verificato nulla di troppo drammatico, anche se un calo di 600 dollari non è mai qualcosa da prendere alla leggera, e senza dubbio questa mossa manderà i trader nel panico.

Author

info@samyedzongvenice.org